Dal 10 dicembre 2015 è presente nelle migliori librerie d'Italia!

book-stok

La sinossi di "Vi dichiaro divorziati"

Vi dichiaro divorziati” (Imprimatur editore) prosegue il racconto ironico e disperato de “I perplessi sposi” (Aliberti Editore) che nel 2012 riscosse un successo enorme in tutta Italia, successo  che dura ancora oggi con il formato cartaceo e ebook.

geg23-300x200L’attuale saggio di Gian Ettore Gassani offre lo spaccato di un’Italia profondamente cambiata negli ultimi due decenni dal punto di vista sociale, culturale e giuridico.

31 capitoli, 280 pagine, prefazione di Maurizio de Giovanni e postfazione di Maurizio Martinelli. Una fatica editoriale non indifferente.

Un libro scritto interamente a penna, su fogli protocollo, durante l’estate 2015.

Ormai  – come afferma Gassani – il matrimonio non è più una istituzione invincibile e lo dimostrano i dati ISTAT.

Nel 2013 i matrimoni celebrati sono stati al di sotto della soglia dei 200.000 all’anno ( nel 1974 furono ben 430.000).

Le separazioni e i divorzi fanno registrare numeri costanti nell’ultimo quinquennio (88.000 separazioni, 52.000 divorzi ogni anno). Aumenta l’esercito dei conviventi (più di un milione di coppie).

Presentazione Catania1

Il libro parte in quarta e già nel primo capitolo narra della storia di un novantenne che chiese ed ottenne il divorzio per sentirsi “libero”. Il 20 % delle separazioni  – infatti – riguarda gli over 65. È il segno dell’Italia che cambia. Non è più il Paese tradizionalista e bigotto di una volta.

L’autore ripercorre gli usi e i costumi di tante famiglie italiane assorte nella loro chat e che non sanno più stare insieme. Vi è la narrazione di tante storie raccontate nella “bottega” dell’avvocato, storie di violenze, di aspre contese sui figli (il bottino di guerra), di famiglie distrutte dal gioco d’azzardo, di conviventi senza diritti mandati sul lastrico. Si parla poi di infedeltà causate dai social network e di coppie che scoppiano per mancanza di sessualità.

Soltanto in quattro capitoli si parla di diritto con riferimento al varo del divorzio breve, alla negoziazione assistita, alla eliminazione delle differenze giuridiche tra i figli nati nel matrimonio e quelli nati al di fuori di esso, alle recenti riforme del processo canonico grazie al grande Papa Francesco.

“ Tuttavia c’è ancora tanto da fare “ – sostiene il noto matrimonialista. Le unioni civili hanno il diritto di esistere e così occorre combattere discriminazioni omofobe.

 

Libreria forense Piazza Cavour
Libreria forense Piazza Cavour

Le riforme a costo zero non possono risolvere i cronici problemi del nostro sistema giudiziario e del nostro diritto di famiglia. Occorre investire nel settore familiare e minorile attraverso risorse e progetti seri e mirati.

L’autore auspica il varo del Tribunale per la Famiglia e una classe forense specializzata per mettere al bando la giungla della tuttologia forense, vera piaga da curare alla svelta senza ambiguità e l’introduzione in Italia dei patti prematrimoniali nonché una legge che disciplini le unioni civili.

L’originalità assoluta di questo “saggio romanzato” è data dalla testimonianza (oltre alla bellissima prefazione) del grande scrittore Maurizio de Giovanni, che parla del proprio vissuto di padre separato e del giornalista Gianluca Nicoletti, che racconta il dramma della sua vita caratterizzata da un figlio affetto da autismo e della carenza di norme che possono garantire un futuro al figlio quando i genitori non ci saranno più.

Poi c’è il racconto disperato di Carolina Tana e di Giorgio Ceccarelli, la prima parla di una madre manipolatrice e regista di false accuse contro il padre, la seconda di un uomo sbattuto in carcere ingiustamente per un progetto criminale ordito dalla sua ex suocera.

Il libro finisce con due storie commoventi che devono far riflettere:

cata2la storia di un ragazzo adottato dalla nascita alla vana ricerca della vera madre e la seconda di un signore che riesce ad ottenere dopo un secolo la possibilità di assumere il cognome del nonno, grazie alla decisione del Presidente della Repubblica. C’è poi la emozionante storia di un grande amore proibito.

Di sicuro il lettore avrà modo di leggere un saggio sapientemente costruito, caratterizzato da un linguaggio diretto e senza tecnicismi avvocateschi che lo rendono fruibile a tutti e completamente diverso dagli altri.

È un libro che emoziona, che si legge tutto d’un fiato, che consente a chiunque di comprendere cosa sia davvero  il ruolo sacro e delicato dell’avvocato e cosa manchi al diritto di famiglia italiano.

È un testo che andrebbe studiato già nelle scuole perché la famiglia in tutte le sue declinazioni resta il primo argomento nella vita di ognuno di noi.

"L'amore, quello vero, non puoi fermarlo e non puoi censurarlo. Nemmeno il codice civile, nemmeno la fede, nemmeno la morale potrebbero ucciderlo".
(tratto dal libro Vi dichiaro divorziati)

Indice del libro

  • Prefazione. Di Maurizio de Giovanni
  • Introduzione
  1. Eutanasia di un amore
  2. La mia paura quotidiana
  3. Un giorno in studio
  4. Violenza senza via di uscita
  5. La classica canaglia
  6. Game over
  7. Il bottino di guerra
  8. Quali famiglie oggi?
  9. Questo nostro strano diritto di famiglia
  10. Essere figli
  11. Il divorzio all’italiana
  12. Divorzio fai da te (negoziazione assistita)
  13. Il divorzio breve della Chiesa: grazie papa Francesco
  14. Papà e mamma? No, genitore 1 e genitore 2
  15. L’arte di stare sotto lo stesso tetto… e con i figli
  16. Figli che scoppiano la coppia. Di Anna Maria Casale
  17. Matrimoni platonici
  18. La coppia senza sesso. Di Anna Maria Casale
  19. L’infanzia negata: istruzioni per l’uso
  20. E io tra loro. Di Maura Manca
  21. Lettera al mio amico avvocato. Di Gianluca Nicoletti
  22. La violenza è anche rosa
  23. Lettera aperta. Di Carolina Tana
  24. Io mi chiamo Giorgio Ceccarelli. Di Giorgio Ceccarelli
  25. Il diritto che non c’è
  26. L’amore proibito
  27. Giura sulla vita di papà. Di Maurizio de Giovanni
  28. Il conte Ettore Domenico Mele Barese da Sant’Arsenio, ex Ettore Melucci
  29. Dov’è mia madre?
  30. Domanda del piffero. Consulenza telefonica con uno sconosciuto
  31. Postfazione. Di Maurizio Martinelli
2016-03-02 16.00.22

Vuoi un’anteprima del libro?

Scarica gratuitamente l’ESTRATTO del libro di Gian Ettore Gassani “Vi dichiaro divorziati”

Clicca sul bottone qui accanto e riceverai la prefazione, l’intoduzione e il primo capitolo di “Vi dichiaro divorziati”.